SPETTACOLO DI TEATRO E SCIENZA

Durante un’esplorazione spaziale, Martina Tremenda viene raggiunta da una misteriosa richiesta di soccorso. Con l’aiuto dell’Intelligenza Arti ciale di EU-Genio, il computer di bordo, parte allora per un viaggio avventuroso tra luce e raggi cosmici, onde gravitazionali, messaggi in codice e buchi neri. In compagnia (o quasi) di Lucilla, la bambina di luce, e il topo spaziale Amleto.

 

Uno spettacolo per avvicinarsi all’Astrofisica attraverso il teatro e il divertimento.

 

  1. Spettacolo + incontro con l’artista e il tecnico per parlare del teatro e della messa in scena
  2. Spettacolo + presentazione o incontro conclusivo di un astrofisico
  3. Spettacolo + laboratorio Astrokids

 

Spettacolo liberamente ispirato a “Avventure e scoperte nello spazio” AstroKids Ed. Scienza Express, AA.VV., a cura di Laura Daricello e Stefano Sandrelli.

con
Debora Mancini, attrice

 

drammaturgia e regia
Filippo Tognazzo

 

assistente alla regia
Sara Muttoni

 

musiche
Daniele Longo

 

disegni
Cristina Lanotte

 

animazioni video
Francesco Masi

 

scenografia
Marta Fumagalli e Riccardo Pirovano

 

costumi
Barbara Crimella

 

audio-luci
Andrea Pozzoli

 

NOTE DI REGIA
S’inizia con un palco buio, vuoto, assoluto. Poi una scintilla, una nota, come un vagito o uno scoppio, un inizio, un lampo di vita. E da lì, repentina, vitale e travolgente la vita, le note, le luci, Martina, EU-Genio, la musica, gli incontri e le domande, tante domande.
Mi piace immaginare così questo viaggio nel teatro di Martina Tremenda. Perché se è vero che, immediatamente, affianchiamo Martina a Pippi Calzelunghe e Giovannino Perdigiorno, per me in lei c’è anche qualcosa di Ulisse e di tutti coloro che da millenni viaggiano anche solo con l’astronave del loro pensiero. Per questo io penso che Martina assieme a EU-Genio, in viaggio, lo sia sempre stata. E credo anche che il suo vagare nello spazio sia eterno e senza fine.
Ma cosa spinge Martina Tremenda nel suo peregrinare? La curiosità. È questa, a mio avviso, la chiave di volta: curiosità per gli incontri inaspettati, per i fenomeni inattesi, per l’ignoto carico di meraviglie inimmaginabili. Una curiosità pura e senza paura, una curiosità da fanciullo e da scienziato. Quella stessa curiosità che, da sempre, ci spinge a osservare oltre il recinto della nostra esistenza, oltre i confini del nostro orizzonte terreno o celeste, alla ricerca di qualcosa che ancora non conosciamo e che, proprio per questo, ci affascina tanto.

 

Hanno contribuito alla realizzazione dello spettacolo:
Stefano Sandrelli, INAF-Osservatorio Astronomico di Brera
Caterina Boccato, INAF-Osservatorio Astronomico di Padova
Sandro Bardelli, INAF-Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna
Sperello di Serego Alighieri, INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri
Laura Daricello, INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo
Sabrina Masiero, INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo/GAL Hassin-Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche, Isnello

 

➡INFO e SCHEDA dello spettacolo
➡INFO sul progetto ASTROKIDS dell’ INAF

 

MARTINA TREMENDA NELLO SPAZIO
è una produzione INAF in collaborazione con Realtà Debora Mancini e Zelda – Compagnia Teatrale Professionale